CAMBIO DI COMANDO AL 36° STORMO A.M.

Mercoledì 7 Settembre, presso l’Aeroporto Ramirez di Gioia del Colle (BA), si è svolta la cerimonia di cambio comando del 36° Stormo Caccia tra il comandante uscente, Colonnello pilota Andrea Fazi e quello subentrante, Colonnello pilota Bruno Levati.


L’evento è stato presieduto dal Comandante la Squadra Aerea, Generale di Squadra Aerea Franco Girardi e ha visto la partecipazione del Comandante delle Scuole A.M./3ª Regione Aerea, Generale di Squadra Aerea Fernando Giancotti e del Comandante delle Forze da Combattimento, Generale di Divisione Aerea Claudio Gabellini, da cui dipende direttamente lo stormo, nonché delle massime autorità militari, civili e religiose del territorio.
L’avvicendamento in comando è stato simbolicamente sancito dalla consegna della Bandiera di Guerra del 36° tra i due comandanti, unitamente alla pronuncia della formula di rito per l’assunzione del prestigioso incarico.
Nel discorso di commiato, il Colonnello Fazi ha inteso rivolgere il personale plauso alle donne e agli uomini dello Stormo che, durante il proprio periodo di comando, hanno operato al meglio per rispondere alle esigenze dell’Aeronautica Militare ed assicurare il proprio contributo al servizio del Paese, piccolo tassello senza il quale il mosaico non si compone.
Il Colonnello Levati, che ritorna al 36° Stormo dove ha prestato servizio per tredici anni, dal 1996 al 2008, ha esaltato nel corso del proprio intervento lo spirito di corpo ed il senso di appartenenza ad una famiglia - quella del 36° Stormo - per cui operare con il massimo della dedizione ed orgoglio, ringraziando il vertice militare per la fiducia accordata nell’assegnazione del comando.
La cerimonia si è conclusa con l’intervento del Generale di S.A. Girardi che - dopo aver espresso un sentito ringraziamento alla terra di Puglia che accoglie il 36° Stormo ed il Comando delle Scuole A.M. di Bari, dove ha trascorso tre anni in comando - ha rammentato come il passaggio di consegne costituisce un momento formale, ma altrettanto sostanziale, della vita operativa di un’organizzazione militare: “assicurare continuità nel cambiamento” prevede un costante ricambio di energie fisiche ed intellettuali necessarie per gestire al meglio le attività presenti e prepararsi nel modo più efficace ad affrontare quelle future. Il Comandante la Squadra Aerea ha successivamente sottolineato la meritoria ed autorevole azione di comando che il Colonnello Fazi ha saputo garantire, riconoscendogli la complessità e la qualità del lavoro svolto in un periodo di trasformazione e crescita operativa dello stormo, grazie anche agli eccellenti risultati raggiunti con quotidiano impegno di tutto il personale. Al Colonnello Levati ha infine confermato la piena fiducia, consapevole che assolverà il delicato incarico con massimo impegno e lungimiranza e che potrà fare affidamento sulla partecipazione generosa e capace di tutto il 36° Stormo. Il Generale Comandante ha quindi concluso il proprio intervento ringraziando le famiglie del personale militare che, con il proprio sostegno morale, sono vicine nell’impegno quotidiano e condividono sacrifici e soddisfazioni dei loro cari.
Il compito principale del 36° Stormo Caccia è di concorrere al dispositivo integrato, nazionale e NATO, che garantisce la difesa aerea dei cieli nazionali 24 ore su 24, 365 giorni l’anno concorrendo con la Grecia, dal 1 luglio 2009, all’attività di “Air Policing” a favore dell’Albania, a seguito dell’ingresso della stessa nell’Alleanza Atlantica.

Fonte: Aeronautica Militare

Nessun commento

Powered by Blogger.