Sezione Aerea Guardia Finanza di Venezia, tra glorioso passato e grande futuro

Sezione Aerea Guardia Finanza Venezia
Elicottero MCH-109A Nexus assegnato alla Sezione Aerea GdF di Venezia durante un volo di ricognizione
sul capoluogo veneto.

“L’avvenire è la porta, il passato ne è la chiave”, questa celebre frase di Victor Hugo può rappresentare ciò che si respira entrando nella Sezione Aerea GdF di Venezia. Il Reparto si trova infatti in un crocevia tra passato, presente e futuro dove le abilità dei nuovi mezzi in dotazione si vanno ad integrare con l’esperienza del passato.

PRESENTE E FUTURO

Il 2019 si può definire l’anno di svolta per la Sezione Aerea GdF di Venezia grazie all’introduzione del nuovo elicottero MCH-109A “Nexus”, presentato ufficialmente agli organi di informazione lo scorso 14 giugno dal Comandante Regionale Veneto, Generale di Divisione Giovanni Mainolfi, che ha consentito un notevole incremento delle capacità del Reparto e del livello di specializzazione dei suoi uomini.

Rispetto al precedente OH-500, l’Agusta Westland MCH-109A è un elicottero bimotore multiruolo abile a garantire la capacità d‘intervento anche in condizioni notturne o meteorologicamente marginali. Tra le sue principali prestazioni vanno annoverate un peso massimo al decollo di 3.175 kg, un’autonomia operativa fino a 3,5 ore ed una velocità massima di 153 nodi. Ma è grazie ai suoi moderni sistemi di bordo che il Nexus può apportare una svolta significativa alle attività della Sezione: a differenza dell’OH-500, l’MCH-109A vanta una strumentazione completamente digitalizzata che è in grado di fornire al pilota un carico di informazioni superiore. Il suo sistema FLIR (Forward Looking Infra Red) tipo SeaFLIR II, consente di acquisire immagini video HD a colori e ad infrarossi, giorno e notte; di individuare, riconoscere ed identificare obiettivi statici o in movimento e seguire gli spostamenti di un obiettivo selezionato. Inoltre, il sistema video link digitale può trasmettere le immagini video selezionate sul display LCD del pannello strumenti e/o della consolle operatore ad una stazione a terra in tempo reale.

Tali features si traducono in nuove potenzialità operative come il volo ad ampio raggio sul mare, volo strumentale I.F.R. e volo notturno. Inoltre, il Reparto può ora garantire una prontezza H24 verso tutti gli incarichi ad esso affidati.

Tuttavia il Nexus non rappresenta un punto di arrivo, ma di transizione: pur rientrando nel programma di ammodernamento flotta dei reparti volo GdF, il nuovo elicottero resterà in servizio fino al 2023, in attesa dell’arrivo del moderno AW169M che il Corpo ha acquistato dalla ditta Leonardo a Novembre 2018.

PASSATO

Il passato del reparto può essere identificato nell’esperienza tramandata dal personale più anziano ed esperto che diventa parte attiva dei risultati ottenuti con le macchine moderne. La Sezione di Venezia vanta infatti al suo interno personale con alle spalle migliaia di ore di volo su vari tipi di elicotteri, in grado di trasmettere ai “piloti di oggi e domani” preziose informazioni per la buona riuscita di ogni missione. “Al di là di quello che si può leggere sulla carta, sono i confronti verbali tra noi piloti che ci consentono di ottenere informazioni spesso decisive per la missione e la nostra sicurezza,” ha detto il Lgt. pil. Giancarlo Beatrice, il pilota più esperto del reparto, con quasi 5.000 ore di volo alle spalle.

Dette informazioni possono essere legate alla macchina, ma anche alle peculiarità delle aree operative o alle insidie che si incontrano in mare.

Lo stesso discorso va rapportato a tecnici/manutentori che si trovano oggi a dover gestire un elicottero molto diverso dal precedente e dove l’abilità acquisita negli anni può fare la differenza.

CENNI STORICI

La Sezione Aerea di Venezia è stata istituita ufficialmente il 25 agosto del 1956 presso l’aeroporto di Padova, terza in ordine di tempo nel nascente Servizio Aereo della Guardia di Finanza, preceduta da Napoli (1955) e da Palermo (1956), detiene invece il primato di prima Sezione Aerea creata nel nord d’Italia.

Nel corso della sua storia il reparto ha avuto diverse sedi: Rimini, Isola di San’Andrea e Venezia Lido, e ovviamente, Padova come sede fondante. Il reparto dalla sua costituzione ad oggi ha avuto in dotazione i seguenti modelli di elicottero: AB-47G2, AB-47J, NH-500M, MC e MD ed MCH-109A ed è stata l’ultimo reparto del Servizio Aereo della Guardia di Finanza ad operare con l’AB-47J “Jota”.

La caserma che ospita la presente Sezione Aerea è intitolata al Maresciallo Maggiore specialista Ferdinando Zorzutti, drammaticamente deceduto il 12 luglio del 1991 durante un volo operativo lungo la costa veneta mentre era a bordo dell’NH-500 “Volpe 97”.

COMPITI

La Sezione Aerea, il cui comando è affidato al Capitano Enrico Gentile, è uno dei 15 reparti volo della Guardia di Finanza dislocati sul territorio nazionale. È ubicato sul sedime dell’Aeroporto Internazionale “Marco Polo” di Venezia-Tessera ed è posta alle dirette dipendenze del Reparto Operativo Aeronavale (R.O.AN) il quale risponde a sua volta dal Comando Regionale Veneto Venezia.

Il Reparto è organizzato su tre articolazioni interne che si distinguono in:

- Nucleo Operativo, costituito da piloti tutti abilitati al volo sulle macchine attualmente in dotazione (OH-500 ed MCH-109A)

- Nucleo Efficienza, costituito dagli specialisti che si occupano dell’aspetto manutentivo degli elicotteri

- Squadra Comando che si occupa della gestione di tutte le pratiche amministrative e burocratiche del Reparto

A seguito della Direttiva Ministeriale del 15 Agosto 2017 quale nuova “Direttiva sui comparti di specialità delle Forze di Polizia e sulla razionalizzazione dei presidi”, al Corpo sono demandati in via esclusiva i seguenti compiti:

SICUREZZA DEL MARE

- Esecuzione dei servizi di ordine e sicurezza pubblica e di controllo del territorio sul mare e nello spazio aereo sovrastante

- Contrasto dei fenomeni illeciti perpetrati via mare

- Svolgimento dei compiti di polizia economico-finanziaria in mare

SICUREZZA DELLE FRONTIERE

- Sorveglianza in mare ai fini del contrasto all’immigrazione clandestina, in acque territoriali e nell’area di mare internazionalmente definita come “zona contigua”

- Coordinamento delle operazioni aeronavali sotto egida dell’Agenzia della Guardia di frontiera e costiera europea – FRONTEX

ATTIVITÀ DI VOLO

Durante la visita, il Cap. Gentile mi ha offerto l’opportunità di partecipare ad una missione di volo diurna e notturna, quest’ultima in via esclusiva.

L’attività svolta a bordo degli elicotteri della Sezione Aerea di Venezia è stata tra le più suggestive in assoluto grazie al panorama mozzafiato offerto dal territorio circostante e da città come Jesolo, Caorle e Venezia. Durante la prima missione, che ha coinvolto un OH-500 ed un MCH-109A, sono rimasto colpito dall’abilità nell’eseguire il volo in formazione da parte dei due equipaggi nonostante, come ci è stato spiegato dal Comandante, non sia una peculiarità dei Reparti GdF, e dalla velocità del nuovo Nexus, comparata alla macchina precedente. Anche per l’imbarcazione “Renegade”, rappresentata a scopo dimostrativo da una motovedetta della Sezione Navale GdF di Caorle,in servizio operativo lungo il litorale, non c’è stata possibilità di fuga una volta entrata nel mirino del moderno elicottero.

















Come anticipato, la grande novità è stata rappresentata dalla possibilità di imbarcarmi in un volo operativo notturno, schedulato dalle 21 alle 22.30. Tale opportunità è giunta grazie all’esame di abilitazione per il volo notturno, effettuato in modalità "on job training", sostenuto da parte del giovane pilota App. Marco Meneghetti, valutato per l’occasione dal pilota istruttore e collaudatore del Centro di Aviazione di Pratica di Mare, Lgt. Fabio Andreocci.

Anche in quest’ occasione sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla rapidità della macchina ed ho avuto inoltre l’opportunità di apprezzare tutti i sistemi analogici di cui è dotato il moderno cockpit.




Capitano pilota Enrico Gentile

Comandante della Sezione Aerea Venezia dal 2017, si è arruolato nella Guardia di Finanza nel 2006. Ha frequentato l’Accademia del Corpo dal 2006 al 2011 e, successivamente, ha svolto il corso di specializzazione BMPE (Brevetto Militare Pilota di Elicottero). Ha prestato quindi servizio presso il Centro di Aviazione di Pratica di Mare e poi, dal 2013 al 2017, presso la Sezione Aerea ed il Reparto Operativo Aeronavale alla sede di Palermo. E’ laureato in Scienze della Sicurezza Economico-Finanziaria, certificato conoscitore di lingua estera SLEE (inglese) e inglese aeronautico (TEA). E’ abilitato su aeromobili ad ala fissa SF-260 e TWA, ed ala rotante H-500A/B e MCH-109A, sui quali ha effettuato in totale oltre 1000 ore di volo, acquisendo la qualifica di Capo Equipaggio e la certificazione al volo notturno e strumentale IFR.


APPROFONDIMENTI

Nella circostanza è stato illustrato, a cura del Comandante della Sezione Aerea, un briefing di presentazione del Reparto in intestazione, delle potestà della Guardia di Finanza, delle attività svolte dal comparto aeronavale, delle potenzialità dell’aeromobile MCH-109A, e dell’impiego dello stesso nelle attività operative del Corpo. Nello specifico è stata enfatizzata la possibilità di contrastare l’attività illegale in mare, svolta in tempo di notte, mediante l’impiego dei sensori di missione, che permettono di riconoscere l’attività illecita da distanza tale da non essere individuati.

Le attività di servizio effettuate dalla Sezione Aerea si sviluppano prioritariamente nel settore della polizia economico-finanziaria, attraverso un costante monitoraggio e controllo del territorio e del mare territoriale di competenza.

In cooperazione con i Reparti navali del Corpo si effettuano missioni di polizia marittima con controlli alle imbarcazioni, ai fini del rispetto delle norme del R.D. 327/1942 (C.N.), in materia di polizia ittica per verificare il rispetto delle norme nazionali e comunitarie che regolano l’attività di pesca.

Svolge attività di sorveglianza, controllo e prevenzione in materia di Ordine e Sicurezza Pubblica in mare (cd. polizia del mare), e partecipa al dispositivo di sicurezza in occasione di “grandi eventi” e manifestazioni nautiche ed aeronautiche di rilievo.

Svolge inoltre attività in cooperazione internazionale per la difesa delle frontiere comunitarie sia terrestri che marittime, con missioni di volo inquadrate nel dispositivo Frontex.

Numerose missioni di volo sono svolte in materia ambientale sul territorio per individuare discariche abusive, abbandoni incontrollati di rifiuti, e presenza di coperture in amianto deteriorato potenzialmente pericolose per la salute dei cittadini, finalizzate al contrasto ai numerosi reati ambientali disciplinati dal D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., e relative attività di Polizia giudiziaria e le connesse violazioni amministrative e penali di carattere tributario.

In cooperazione con i Reparti territoriali del Corpo, sono svolte inoltre missioni di volo dedicate al controllo di immobili di pregio al fine di permettere l’effettuazione di indagini patrimoniali nei confronti dei possessori degli stessi (D.L. 112/2008 e s.m.i.).

Analogamente vengono svolte indagini patrimoniali e di regolarità documentali nei confronti di possessori di aeromobili, attraverso mirati controlli presso le aviosuperfici.

Sono svolte missioni di volo dedicate alla ricerca di illecite coltivazioni e alla repressione delle relative attività illecite ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti (D.P.R. 309/1990 e s.m.i.).


L'Autore ringrazia il Cap. pil. Enrico Gentile per la calorosa accoglienza e l'ottima organizzazione di tutte le attività e tutto il personale della Sezione Aerea di Venezia per il grande supporto fornito nel corso dell'intera visita.

Infine, un sentito ringraziamento al Lgt. Serafini dell'Ufficio Stampa GdF per aver reso possibile la realizzazione di questo report.


Testo e Immagini: Matteo Sanzani

Nessun commento

Tutti i commenti relativi ai contenuti dei nostri articoli sono benvenuti. Non è consentito pubblicare messaggi promozionali, link a siti esterni o riferimenti ad attività non correlate a questo blog.

Powered by Blogger.