FORZE SPECIALI: CONCLUSA L'ESERCITAZIONE AL 17° INCURSORI

A Furbara si è svolta la terza fase dell'esercitazione per le Forze Speciali "Tende Scaglia".

Forze Speciali Aeronautica esercitazione Tende Scaglia
Conclusa al 17° Incursori la terza fase dell'esercitazione per le Forze Speciali "Tende Scaglia".

Si è conclusa venerdì 23 marzo, presso l’Aeroporto di Furbara Cap. “M.U. Gordesco”, la 3^ Special Operations Forces (SOF) Integration Weeks “Mirkawa”, organizzata dalla 1^ Brigata Aerea Operazioni Speciali (1^ BAOS) con l’obiettivo di consolidare l’integrazione delle componenti aeree con quelle terrestri nell’ambito di un’operazione speciale.

L’esercitazione si è svolta su due scenari, uno convenzionale e uno speciale. Quello “convenzionale”, incentrato sulla Counter Improvised Explosive Device (C-IED), ha coinvolto gli artificieri Explosive Ordnance Disposal (EOD) del 17° Stormo Incursoridi Furbara, i binomi K9 del Gruppo Cinofili AM e i fucilieri dell’aria del 9° e 16° Stormo.



Lo scenario “speciale” ha altresì impegnato il personale in missioni di volo e a terra. A tal fine, sono stati interessate le Forze Speciali del 17° Stormo Incursori, gli operatori per il Supporto Tattico alle Operazioni Speciali (STOS), le unità di supporto Forward Arming and Refuelling Point (FARP) del 3° Stormo di Villafranca, e assetti operativi aerei, quali un velivolo C-27J della 46^ Brigata Aerea di Pisa, due elicotteri HH-212 del 9° Stormo di Grazzanise e un elicottero HH-101 del 15° Stormo di Cervia. Inoltre, il 3° Stormo ha potuto addestrare un Deployment e Re-Deployment Team (DRT), predisponendo all’interno di Furbara la Forward Operations Base (FOB) avente al suo interno unaSpecial Operations Task Unit (SOATU).



Il 17° Stormo ha curato, nel tempo, la predisposizione di un’apposita area addestrativa per lo svolgimento di attività esercitative in ambiente interforze e multinazionale; ciò ha portato, tra l’altro, al conseguimento di elevati standard qualitativi e allo sviluppo di professionalità integrate ed interoperabili come il “Combat Controller” che, nella dottrina SOALI (Special Operation Air to Land Integration), rappresenta un moltiplicatore del potere aereo e collegamento tra un distaccamento operativo di incursori e gli assetti aerei di supporto.

Presenti all’evento, oltre al Generale di Divisione Aerea (D.A.) Gianpaolo Miniscalco, Comandante del Comando delle Forze di Supporto e Speciali (CFSS), il Generale D.A. Aurelio Colagrande, Capo di Stato Maggiore del Comando Squadra Aerea (CSA), anche il Generale di Divisone Nicola Zanelli, Comandante del Comando Interforze per le Operazioni delle Forze Speciali (COFS), unitamente a numerosi esponenti delle altre Forze Armate e dei Reparti coinvolti.

Fonte, Immagini: Aeronautica Militare

Nessun commento

Powered by Blogger.