QUINTO SCRAMBLE PER GLI EUROFIGHTER ITALIANI IN ESTONIA

Tre i velivoli intercettati dai Typhoon italiani, che non rispettavano le comunicazioni con il controllo del traffico aereo.

Quinto scramble Eurofighter Aeronautica Estonia
Quinto scramble per gli Eurofighter italiani in Estonia.

Nel primo pomeriggio di martedì 27 febbraio, due caccia italiani Eurofighter Typhoon, già in volo per una missione addestrativa, sono stati riconvertiti in un “Alpha scramble” per intercettare tre velivoli che non rispettavano le procedure di comunicazione del traffico aereo.

I due velivoli, che erano decollati dall’aeroporto militare di Ämari in Estonia, dove è rischierata la Task Force Air 36° Stormo, sono stati attivati dal Centro di Comando e Controllo delle Operazioni aeree (CAOC) della NATO di Uedem in Germania e, con l’ausilio del personale italiano del “controllo guida caccia”, hanno intercettato in pochi minuti tre velivoli russi, un An Il-20 “Coot” scortato da due Su-27 “Flanker”, che attraversavano lo spazio aero baltico senza essersi identificati propriamente.

Si tratta del quinto “Alpha scramble” per gli Eurofighter italiani, che dai primi giorni di gennaio sono rischierati in Estonia nell’ambito della missione NATO di Air Policing.

Può interessarti anche EUROFIGHTER ITALIANI INTERCETTANO VELIVOLO RUSSO SUL BALTICO

Fonte, Immagine: Aeronautica Militare

Nessun commento

Powered by Blogger.