TUTTI I SUCCESSI RAGGIUNTI DAL PROGRAMMA F-35 NEL 2017

Dall'esecuzione del suo primo demo display, ai numerosi esordi e debutti internazionali, fino al raggiungimento di importanti traguardi, il 2017 è stato un anno di primati per il programma F-35. In questo articoli sono elencati i principali successi che l'F-35 Lightning II ha raggiunto nel 2017.

Successi traguardi pietre miliari F-35
Vola il primo F-35B interamente assemblato in Italia, il primo e l'unico fabbricato al di fuori degli Stati Uniti

L'F-35 arriva in Giappone

Il 18 gennaio, l'F-35B Lightning II, appartenente al Marine Fighter Attack Squadron 121, Marine Aircraft Group 12, atterra presso la stazione aerea dei Marine Corps di Iwakuni, dando inizio alla schieramento dello squadrone presso la base Giapponese.

"L'arrivo dell'F-35B rappresenta il nostro impegno per la difesa del Giappone e della sicurezza regionale del Pacifico", ha affermato il generale Russell Sanborn, primo comandante generale dell'USAF. "Stiamo portando la tecnologia più avanzata nel Pacifico per utilizzarla nella vasta gamma di missioni in corso e fornire maggiore sostegno ai nostri alleati del luogo".

La Naval Air Station di Lemoore da il benvenuto all'F-35C

Il 25 gennaio quattro F-35C sono atterrati presso la Naval Air Station Lemoore (NAS), California, per unirsi ai VFA-125 Rough Raiders, la squadriglia di addestramento, segnando l'inizio di un nuovo capitolo per la Marina americana. Quasi 400 marinai, famiglie e dirigenti civili locali hanno assistito all'arrivo ed alla cerimonia organizzata per l'occasione. NAS Lemoore è la prima base navale della costa occidentale ad avere gli F-35C assegnati in modo permanente ed è l'unica base Master Jet della costa occidentale della Marina. Nel 2017 la base ha ricevuto 10 F-35C, oltre 100 caccia saranno operativi entro i primi mesi del 2020.

Debutto Australiano

L'intera nazione ha assistito all'arrivo di AU-1 ed AU-2 durante l'Avalon Airshow 2017; tale evento ha segnato l'esordio pubblico dell'F-35A in Australia, oltre che un momento storico per l'Australian Defence Force ed il programma F-35.

"Che giornata emozionante per la Royal Australian Air Force, per l'industria australiana, la tecnologia e per le nuove opportunità lavorative", ha detto il primo ministro Turnbull, rivolgendosi alla folla pochi istanti dopo l'arrivo degli F-35A. "Ogni Joint Strike Fighter in tutto il mondo includerà l'ingegno, l'impresa e l'ingegneria di grandi aziende australiane".

Roll-out del primo F-35B STOVL assemblato in Italia

Il 5 maggio si è svolta presso la FACO (Final Assembly & Check-Out) di Cameri, la cerimonia di presentazione del primo F-35B a decollo corto e atterraggio verticale interamente assemblato in Italia. Si tratta del primo velivolo assemblato interamente al di fuori degli Stati Uniti.

Presso la FACO di Cameri risiede l'unica linea di montaggio a livello mondiale, al di fuori degli Stati Uniti, degli F-35B, il programma prevede che al suo interno vengano fabbricati tutti i 30 F-35B e 60 F-35A italiani. Leggi la notizia completa a questo link.

L'F-35 completa il primo schieramento in Europa

Il 7 maggio otto F-35A del 34th Fighter Squadron, con sede presso la Hill Air Force Base, nello Utah, hanno completato il primo schieramento di F-35A in Europa.

Durante la sua permanenza presso la base di RAF Lakenheath, lo squadrone ha compiuto 76 sortite e ha totalizzato oltre 154 ore di volo al fianco degli F-15 della 48th Fighter Wing. I velivoli sono inoltre stati schierati in Estonia e Bulgaria per massimizzare le opportunità di addestramento, creare partnership con le forze aeree alleate e familiarizzare con le procedure dei partner europei.

Roll-out del primo F-35A assemblato in Giappone

La scorsa estate si è svolta la cerimonia di presentazione del primo F-35A assemblato in Giappone presso la Mitsubishi Heavy Industries (MHI) Komaki South F-35 Final Assembly and Check Out (FACO) facility di Nagoya, Japan. Circa 200 persone hanno partecipato alla storica cerimonia, tra cui i leader dell'industria e della difesa americana e giapponese, evidenziando la forte collaborazione tra il Ministero della Difesa giapponese, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, MHI e Lockheed Martin.

"Vedere il primo F-35A costruito in Giappone è una dimostrazione della natura globale di questo programma", ha dichiarato il Vice Adm Mat Winter, Executive Officer del Programma F-35. "L'F-35 rafforzerà le nostre alleanze per la difesa ed i legami consolidati da lungo tempo con i nostri alleati attraverso opportunità di formazione, esercitazioni ed eventi military-to-military".

Prima dimostrazione aerea

A giugno il pilota collaudatore di Lockheed Martin Billie Flynn, insieme a numerosi colleghi, ha eseguito il primo demo display dell'F-35A al Paris Air Show, uno dei più grandi airshow al mondo. Il team ha lavorato in perfetta sincronia per oltre un anno per creare un'esibizione mozzafiato che mettesse in evidenza le capacità uniche del velivolo di quinta generazione. Flynn, insieme a un team di ingegneri e artisti grafici, ha lavorato per sviluppare manovre tali da far sembrare che il jet galleggiasse in aria come una farfalla.

"Tutti hanno necessità di vedere le capacità dell'aereo in volo prima di poterci credere", ha detto Flynn. "Per quanto gli aerei di quinta generazione siano avvincenti, travolgenti e dominanti, è difficile far comprendere alle persone le sue capacità senza eseguire una dimostrazione aerea."

La flotta F-35 raggiunge le 100.000 ore di volo

A luglio la flotta globale di F-35 ha superato le 100.000 ore di volo. Con oltre 230 F-35 consegnati in tutto il mondo, la flotta continua ad accumulare ore di volo ed a rivoluzionare le operazioni degli aerei da combattimento in tutto il mondo. Il raggiungimento delle 100.000 ore di volo è stato un importante traguardo per il programma ed è un'ulteriore dimostrazione di come l'F-35 sia un aereo maturo, pronto a proteggere i cieli di tutto il mondo.

La Norvegia riceve i primi F-35A presso la base di Ørland

Il 10 novembre il governo norvegese ed i leader militari e dell'industria hanno festeggiato l'arrivo dei primi tre velivoli F-35A Lighting II in Norvegia con una cerimonia tenuta presso la base aerea di Ørland. La Norvegia è divenuta il secondo cliente europeo di F-35 a basare l'aereo in Europa dopo l'Italia. L'arrivo dell'F-35A dimostra l'impegno della Norvegia a rafforzare tutte le sue forze armate. Ad oggi la Norvegia ha preso in consegna 10 F-35, tre dei quali si trovano presso base aerea di Ørland e sette sono di stanza nella base di Luke, in Arizona, per formare i piloti norvegesi.

Israele dichiara la Initial Operating Capability

Il 6 dicembre l'Aeronautica israeliana ha dichiarato operativa la sua flotta di F-35. La dichiarazione IOC (Initial Operational Capability) segna il completamento di un intenso lavoro di integrazione e formazione condotto dall'IAF con nove aerei F-35I "Adir" ("possenti" in ebraico) assegnati alla base di Nevatim, Israele. La dichiarazione IOC, oltre a certificare che l'IAF possieda la capacità di far funzionare la propria flotta nell'esecuzione delle missioni standard, accerta la capacità della IAF nell'addestrare i propri piloti e manutentori e nel supportare le operazioni dell'F-35 attraverso un solido sistema logistico e di supporto.

Consegnato il 66° velivolo del 2017

Il 18 dicembre il programma F-35 ha consegnato il 66 ° velivolo del 2017, raggiungendo l'obiettivo congiunto di governo e industria per l'anno di riferimento. Ad oggi, oltre 260 F-35 sono stati consegnati a clienti statunitensi e internazionali. Oltre 520 piloti e 4.850 manutentori sono stati addestrati e la flotta F-35 ha superato oltre 115.000 ore di volo totali.

Le 66 consegne del 2017 rappresentano un aumento della capacità produttivo del 40% rispetto al 2016 e l'azienda è pronta ad aumentare il volume di produzione anno dopo anno fino a raggiungere la piena capacità di circa 160 aeromobili/anno nel 2023.

Fonte: Lockheed Martin
Testo, Immagine: Matteo Sanzani

Nessun commento

Powered by Blogger.