GLI EUROFIGHTER ITALIANI SI ADDESTRANO COI MIG-29 BULGARI

I caccia italiani e bulgari si addestrano insieme per incrementare la capacità di protezione dello spazio aereo NATO.

Eurofighter italiani Mig-29 bulgaria NATO
Gli Eurofighter italiani si addestrano coi Mig-29 bulgari

La "Task Force Air 4° Stormo" rischierata in Bulgaria per la missione di enhanced Air Policing denominata "Bulgarian Horse" si è esercitata congiuntamente all'Aeronautica Militare bulgara allo scopo di mantenere aggiornate le rispettive Forze Aeree sull'addestramento e sull'interoperabilità.

Gli Eurofighter dell'Aeronautica Militare italiana sono decollati insieme ai Mig-29 bulgari per standardizzare le procedure dei due paesi NATO e migliorare la flessibilità degli assetti dell'alleanza aumentando le capacità degli equipaggi di volo.

I quattro caccia italiani, pilotati da equipaggi del 4°, del 36° e del 37° Stormo sono atterrati sulla base di Graf Ignatievo l'8 Luglio scorso (Leggi i dettagli) ed hanno ricevuto la certificazione per operare in Bulgaria il 14 Luglio.

Le due Forze Aeree si addestreranno congiuntamente per tutta la durata del rischieramento della "TFA 4° Stormo" che si protrarrà fino al 15 ottobre.


La missione di enhached Air Policing ha lo scopo di salvaguardare l'integrità dello spazio aereo alleato. Il dispositivo di Air Policing messo in piedi dalla NATO assicura un'equa protezione a tutti i suoi paesi membri. La cooperazione in questo campo consente anche l'aggregazione e la condivisione degli assetti aerei esistenti che aiuta ad evitare spese aggiuntive per la difesa per capacità già in possesso dei paesi alleati.

L'Aeronautica Militare italiana partecipa all'operazione di enhaced Air Policing in Bulgaria, aumentando le capacità della Forza Aerea bulgara nella protezione dello spazio aereo alleato, con quattro velivoli Eurofighter.

Fonte e Immagini: Aeronautica Militare Italiana

Nessun commento

Powered by Blogger.