IN RICORDO DEGLI EROI DI "LUPO 92"

"Lupo 92" era il call sign del velivolo G-222 precipitato il 29 agosto 1985 durante lo spegnimento di un incendio che dilagava verso il paese di Laconi. Decollato poco dopo le 14:30 dall'aeroporto di Cagliari-Elmas insieme ad un secondo velivolo, il G-222 è precipitato subito dopo lo sgancio del liquido ritardante sulla zona interessata a causa di un'improvvisa turbolenza.


Nell’incidente persero la vita il Capo Equipaggio Maggiore Fabrizio Tarasconi, il Tenente Paolo Capodacqua, il Maresciallo Lido Luzzi ed il Maresciallo Rosario Ferrante.
Lunedì scorso, come ogni anno, si è celebrato a Laconi il 31° anniversario della tragedia: la comunità del paese si è stretta intorno ai famigliari dei caduti, intervenuti per l’occasione. Erano presenti alla celebrazione una rappresentanza della 46ª Brigata Aerea, del RSSTA e del PISQ, le Autorità civili, Religiose e Militari nonché le Associazioni militari, Civili e dell’Ente Foreste della Sardegna.
Una messa è stata inoltre celebrata presso il monumento eretto a “Is Forros”, luogo ove si verificò la tragedia. Al termine ha preso la parola il Maggiore Pilota Vincenzo Pace che ha rappresentato la storia del 98° Gruppo a cui appartenevano gli equipaggi di volo del velivolo “Lupo 92”.
Successivamente il Sindaco di Laconi, Anna Paola Zaccheddu, ha ricordato il sacrificio degli aviatori dell’Aeronautica Militare e di tutti coloro che hanno perso la vita durante le attività a favore della collettività. Ha speso parole di gratitudine verso le Forze Armate ed ha esteso un profondo sentimento di vicinanza nei confronti dei famigliari delle vittime. La cerimonia si è conclusa con la visita al monumento a loro dedicato, posto nel centro del Paese di Laconi.

Ricordiamo che la 46ª Brigata Aerea assicura con velivoli C27J e C130J il trasporto aereo tattico e strategico per le missioni all’interno e fuori dai confini nazionali, il trasporto sanitario d’urgenza, l’evacuazione sanitaria a mezzo aereo, il trasporto di materiali, uomini e mezzi in tutto il mondo, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, grazie agli uomini, alle donne e ai mezzi dei suoi tre Gruppi Volo: 2°, 50° e 98°.​​​​

Testo: Matteo Sanzani

Nessun commento

Powered by Blogger.