ESERCITAZIONE AMPLE STRIKE 2016 - REPORT

34 velivoli ed oltre 1.500 soldati coinvolti: imponenti numeri per l'esercitazione Ample Strike 2016.



Si è svolta durante lo scorso mese di Settembre presso la "22nd Helicopter Base" di Namest nad Oslavou la terza edizione dell’esercitazione internazionale Ample Strike. Guidati dalla Repubblica Ceca, per tre settimane consecutive, assetti provenienti da sedici nazioni si sono addestrati in scenari realistici, complessi ed esigenti.
Lo scopo è quello di testare ed implementare l’interazione tra i controllori di volo ed il personale di terra responsabile della pianificazione delle operazioni di attacco.

Tale tipologia di esercitazione è stata avviata nel 2012 dal Comando aereo della NATO di Ramstein (Germania) sotto il nome di Ramstein Rover, successivamente, con l’ingresso al comando della Repubblica Ceca nel 2014, il nome è stato variato in Ample Strike.

“L’esercito della Repubblica Ceca è attivamente coinvolto nella formazione delle truppe partner ed alleate. La Ample Strike offre l’opportunità di perfezionare l’interazione tra gli assetti di volo e quelli di terra per renderli idonei ad ogni tipo di missione ovunque sia necessario” ha dichiarato il Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate della Repubblica Ceca Generale Josef Becvar.

Le attività della Ample Strike hanno coinvolto circa 1.500 militari provenienti da Belgio, Repubblica Ceca, Croazia, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Lettonia, Lituania, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito, Slovenia, Stati Uniti ed Ungheria.
L’obbiettivo dell’edizione 2016 non è stato quello di eguagliare o superare il record dei 1.600 controlli dell’edizione precedente, ma di fornire scenari più impegnativi.

L’aggiunta delle operazioni di rifornimento in volo durante le varie missioni ha incrementato ulteriormente il livello di difficoltà: due KC-135R USAF hanno rifornito durante il giorno e la notte, oltre ai Tornado tedeschi e Gripen ungheresi, i bombardieri strategici degli Stati Uniti.
"L’interazione tra gli equipaggi di volo e le truppe di terra è stato ancora il tema principale della Ample Strike" ha sottolineato il direttore dell’esercitazione Colonnello Zdenek Bauer del Czech Air Force Command "Tuttavia quest'anno, gli scenari sono stati focalizzati sulla difesa dello spazio aereo di zone predefinite da parte delle truppe di terra creando una sfida coinvolgente tra loro ed i piloti di jet ed elicotteri".

I velivoli tedeschi Pilatus PC-9 e Learjet, i lituani L-39 Albatros, gli sloveni Pilatus PC-9M e tre SU-22 polacchi hanno operato direttamente dalla Base di Namest; altri velivoli sono decollati dalle rispettive basi, come nel caso dei B-1B e B-52H USAF di stanza, per l’occasione, a Fairford (UK).
Considerato il successo dell’Ample Strike 2016, l’Esercito Ceco sta già pensando alla prossima edizione che vedrà certamente protagonisti un numero crescente di assetti internazionali.











Ringraziamo il Media Center della "22nd Helicopter Base" di Namest per averci autorizzati a seguire l’attività.

Fonte: Ample Strike Media Center
Immagini: Matteo Sanzani

Nessun commento

Powered by Blogger.