IL NUOVO AEREO DELLE FRECCE TRICOLORI

“Entro il 2017 gli MB-339 PAN saranno sostituiti dal nuovo Aermacchi M-345 HET” queste le parole pronunciate dall’allora ministro della difesa Mario Mauro durante una visita alla base aerea di Rivolto a fine stagione acrobatica 2013.


Tale dichiarazione ha destato grande curiosità attorno al nuovo addestratore basico Made in Italy.
Nato dall’evoluzione dell’S-211, la moderna variante vanta il 30% di potenza in più (spinta massima 1.600 kg e fattori di carico limite +7/-3,5 g) grazie al motore Williams International FJ44-4M, un’avionica avanzata e strumenti interamente elettronici.
L’intento è quello di offrire le prestazioni superiori e l’efficacia addestrativa degli aerei a getto mantenendo i costi di esercizio simili a quelli degli addestratori a turboelica.
Tale riduzione è ottenuta dalla lunga vita a fatica e dalla manutenzione articolata su due soli livelli, resa possibile dal sistema di monitoraggio di struttura e impianti (HUMS) che eliminerà il terzo e più gravoso livello di revisione generale del velivolo.
L’avionica, progettata sull’esperienza del moderno M-346, rispecchia gli standard degli aviogetti da combattimento più recenti, facilitandone il passaggio macchina durante le varie fasi addestrative.
L’Aeronautica Militare Italiana utilizzerà l’M-345 non solo come nuovo velivolo delle Frecce Tricolori, ma anche per coprire la fase basico-avanzata del programma addestrativo per i futuri piloti di caccia.



Testo: Matteo Sanzani
Immagini: Finmeccanica

Nessun commento

Powered by Blogger.