L'ITALIA FA VOLARE PER LA PRIMA VOLTA UN F-35 OLTREOCEANO

Dopo il primo volo al di fuori degli Stati Uniti, il programma F-35 italiano raggiunge un altro importante traguardo: l'Aeronautica Militare ha completato il primo volo transatlantico con il JSF, volando dalla base aerea di Cameri (NO), fino a Patuxent River, nel Maryland, in una delle basi della Marina Militare statunitense.


A pilotare il velivolo è stato uno dei piloti che lo scorso novembre ha completato la sua formazione nella base militare americana di Luke, Arizona, dedicata al programma multinazionale di addestramento F-35. Il velivolo rimarrà a Patuxent River per circa tre mesi per effettuare alcuni test sulla compatibilità elettromagnetica degli apparati.
AL-1, così denominato il primo velivolo assemblato in Italia, è il primo di cinque F-35 che farà parte, da maggio, della flotta internazionale di F-35, di stanza presso la base di Luke, Arizona, dedicata al programma multinazionale di addestramento e formazione dei piloti, e che vedrà arrivare a marzo il primo gruppo di piloti italiani.


La trasvolata, pianificata con due tratte, per un totale di 11 ore di volo, è stata resa possibile grazie all’impiego di un velivolo cisterna KC-767 per il rifornimento in volo.
Partito da Cameri il 3 febbraio, dopo una sosta a Lajes, nelle isole Azzorre, l’aereo è atterrato negli Stati Uniti il 5 febbraio.


Fonte e Immagini: Aeronautica Militare

Nessun commento

Powered by Blogger.