ELICOTTERI AM IMPEGNATI NELLA LOTTA AGLI INCENDI IN SICILIA

Dall’inizio di Luglio già effettuati decine di interventi, con oltre 110 mila litri di acqua sganciata sulle diverse località colpite, dall’elicottero HH-139A dell’ 82° Centro CSAR di Trapani.

Elicotteri Aeronautica lotta incendi Sicilia
Elicotteri AM impegnati nella lotta agli incendi in Sicilia.

Circa 27 ore di volo, 160 sganci, oltre 110 mila litri di acqua riversati sulle zone colpite: questo un primo bilancio degli interventi effettuati finora dagli elicotteri del soccorso aereo dell'Aeronautica Militare per la campagna antincendi boschivi in Sicilia. Il contributo si inquadra nell'ambito dell'accordo siglato lo scorso giungo tra il Ministero della Difesa, la Protezione Civile Nazionale e la Regione Sicilia, con personale e assetti delle Forze Armate messi a disposizione per le attività di spegnimento degli incendi.

L'ultima missione in ordine di tempo nel primo pomeriggio di ieri, martedì 24 luglio, con l'intervento dell'elicottero in forza all'82° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue) di Trapani Birgi nella zona di Montefiascone Monreale, in provincia di Palermo, a supporto delle squadre di soccorso che stavano già operando sul terreno. Le operazioni vengono coordinate dal Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico (Fe), in sinergia con la Sala Operativa Unificata Permanente (S.O.U.P.) della Regione Sicilia. Nell'occasione sono stati sganciati circa 7.700 litri di acqua, che hanno permesso di domare il vasto incendio che si era sviluppato.

L'antincendio è una delle capacità duali che l'Aeronautica Militare, in concorso con le altre Forze Armate, mette a disposizione della collettività nei casi di pubblica utilità o in occasioni di calamità, operando in questo caso in stretto contatto e a supporto delle diverse agenzie e corpi dello Stato impegnati nei soccorsi a terra e in volo.

L'82° Centro C.S.A.R. dipende dal 15° Stormo, che ha sede a Cervia, in provincia di Ravenna. Insieme agli altri Centri C.S.A.R. distribuiti su tutto il territorio nazionale, esso garantisce 24 ore su 24, 365 giorni l'anno, la ricerca e il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, oltre a concorrere ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d'urgenza di pazienti in pericolo di vita e il soccorso di traumatizzati gravi.

Fonte, Immagine: AM

Nessun commento

Powered by Blogger.