3000 ORE DI VOLO PER I KC-767 AM RISCHIERATI IN KUWAIT

Il velivolo Boeing KC-767A dell’Aeronautica Militare, ha raggiunto l’importante traguardo delle 3000 ore di volo in Teatro operativo.


KC-767 Aeronautica Militare in Kuwait

Con il volo del 3 gennaio 2017, il velivolo Boeing KC-767A dell'Aeronautica Militare, ha raggiunto l'importante traguardo delle 3000 ore di volo in Teatro operativo.

Il KC-767A, rischierato in Kuwait presso la base di Abdullah al Mubarak, nell'ambito dell'Operazione nazionale "Prima Parthica" ed internazionale "Inherent Resolve", svolge operazioni di rifornimento in volo, a supporto della coalizione per la lotta al Daesh, massimizzando la quantità di carburante disponibile in volo e rimanendo "on Station" per ogni tipo di contingenza, fornendo di fatto uno strumento decisivo al potere aereo attraverso il trasferimento di carburante per la permanenza prolungata di assetti tattici in zone di operazioni sulla "Front Line".


Le 3000 ore di volo raggiunte dal Tanker, rappresentano un passaggio importante e significativo per l'attività svolta dal contingente italiano rischierato in Kuwait e sono la dimostrazione dell'impegno, della dedizione e della professionalità del personale dell'Aeronautica Militare.
Impiegato dall'ottobre 2014, il velivolo KC767A è inquadrato in seno al Task Group Breus della Task Force Air-Kuwait e vede impiegato personale proveniente dal 14° Stormo di Pratica di Mare.

La Task Force Air in Kuwait opera dall'ottobre del 2014 con il compito di effettuare operazioni di intelligence, sorveglianza, ricognizione aerea e di rifornimento in volo. Si avvale di Predator, AMX, e Tanker Boeing KC767 dislocati presso le basi Aeree di Ali Al Salem, Ahmed Al Jaber e Ali AL Mubarak secondo un dispositivo complesso, ma perfettamente integrato e sinergico con le molteplici componenti della Coalizione internazionale.​​​

Fonte e Immagine: Aeronautica Militare Italiana Press Release 

Nessun commento

Powered by Blogger.