AERONAUTICA MILITARE: I PRIMI F-35 ARRIVANO AD AMENDOLA

I primi due F-35A dell'Aeronautica Militare sono atterrati alla base aerea di Amendola segnando un altro importante traguardo per il nostro paese.

F-35 Aeronautica Militare 32° Stormo Amendola

Lunedì 12 Dicembre sono stati consegnati i primi due F-35A al 32° Stormo dell’Aeronautica Militare con sede presso l’aeroporto “A. Boetto” di Amendola (Foggia).
I due velivoli sono decollati dall’Aeroporto di Cameri dove si trovavano anche i due esemplari consegnati, nello stesso giorno, alla Israeli Air Force.
Al loro arrivo i caccia pilotati dai comandanti del 32° Stormo e del 13° Gruppo Volo sono stati accolti con una cerimonia strettamente riservata al personale militare.

F-35 Aeronautica Militare 32° Stormo Amendola

F-35 Aeronautica Militare 32° Stormo Amendola

Tale avvenimento segna un ulteriore traguardo per l’Aeronautica Militare: l'Italia è attualmente la prima nazione europea a raggiungere il livello operativo con il velivolo.
Ricordiamo inoltre che l’Italia è stata la prima nazione ha portare in volo un F-35 al di fuori dei confini americani e la prima in assoluto a svolgere con il JSF una trasvolata atlantica.
Gli F-35A saranno assegnati al ricostituito 13° Gruppo Volo alle dipendenze del 32° Stormo.

F-35 Aeronautica Militare 32° Stormo Amendola

Ad oggi sono 6 gli F-35A italiani assemblati alla FACO (Final Assembly and Check Out) di Cameri, quattro dei quali rimarranno presso la base aerea americana di Luke per l’addestramento piloti.

​​Il Programma “F-35 Lightning II-JSF” (Joint Strike Fighter) ha l’obiettivo di sviluppare e produrre un sistema d’arma da combattimento di nuova generazione. L’esigenza primaria italiana è quella di sostituire i velivoli AV-8B Harrier della Marina e gli AMX e i Tornado dell’Aeronautica, a partire dalla metà del prossimo decennio.

Il progetto prevede anche importanti opportunità e ricadute sull’industria italiana, in termini di partecipazione industriale al programma e di trasferimento di tecnologie.
Oltre alla necessaria acquisizione di un velivolo da combattimento di quinta generazione dalle caratteristiche innovative, la realizzazione sul territorio italiano di una linea di assemblaggio finale, manutenzione e aggiornamento del velivolo, l’unica al di fuori degli Stati Uniti, ha ricoperto un’importanza strategica e di prestigio per il paese.

Foto: Troupe Azzurra - Aeronautica Militare Italiana

Nessun commento

Powered by Blogger.