AIRMOBILE PERMANENT TRAINING V PER LA BRIGATA AEROMOBILE FRIULI

Si è conclusa oggi presso la Caserma Francesco Baracca, sede del 5° Reggimento AVES "Rigel" la prima parte dell’Esercitazione denominata Airmobile Permanent Training V. L’Attività, sviluppata con circa 300 militari appartenenti alla Brigata Aeromobile Friuli e diretta dal Comandante della Brigata Aeromobile, Generale di Brigata Paolo Riccò, ha rappresentato un valido test per saggiare il livello di interoperabilità e integrazione sinergica raggiunta dalle unità di volo e fanteria aeromobile partecipanti all’evento addestrativo.

Raid aeromobile supportato da un AW 129 del 5 Rigel

In particolare, gli equipaggi del 7° "Vega" e del 5° "Rigel" congiuntamente alle unità del 66° Reggimento Fanteria Aeromobile "Trieste" hanno pianificato e condotto missioni di recupero di personale ferito-MEDEVAC (Medical Evacuation)/NEO (Noncombatant Evacuation Operation) o rimasto isolato-IP (Isolated Personnel) in ambiente non permissivo, oltre a missioni di esplorazione e sorveglianza dell'area d'impiego, esprimendo al contempo sia la spiccata interoperabilità e standardizzazione procedurale esistente tra tutte le componenti di fanteria, elicotteri da esplorazione e scorta (AW 129) e trasporto tattico (NH 90) che l’attitudine e la capacità di comando e controllo fino ai minori livelli.

Personale del 66 Reggimento aeromobile
durante una attività di medevac

Apertura rapida di un VTLM effettuata da personale
del 66 Reggimento aeromobile

Apertura rapida di un VTLM

Raid aeromobile

Fase finale di un raid aeromobile

Elicottero del 7 Vega in decollo dopo lo sbarco
di una squadra aeromobile

L’attività addestrativa continuerà dal 28 novembre al 2 dicembre, presso la Caserma Mameli, sede del Comando della Brigata Aeromobile “Friuli”, dove i Comandanti di Gruppo, di Squadrone e di aeromobili del 5° Reggimento AVES “Rigel” e 7° Reggimento AVES “Vega” nonché i Comandanti di plotone e di squadra aeromobile del 66° Reggimento fanteria aeromobile “Trieste”, parteciperanno ad una Esercitazione Quadri (EQ). Durante tale l’esercitazione saranno somministrati dei case studies riferiti a differenti Teatri Operativi, perfezionate le procedure operative aeromobili (integrazione binomio elicotteri/fanteria) sia in fase di pianificazione, sia in fase di condotta (simulata) e verificate le procedure tecnico tattiche nonché la capacità di pianificazione congiunta raggiunta dai key elements che hanno preso parte alla fase condotta dell’Airmobile Permanent Training V.

Fonte: Brigata Aeromobile Friuli – Sezione Pubblica Informazione

Nessun commento

Powered by Blogger.