DISACCORDO TRA LEONORDO E RAYTHEON SUL PROGRAMMA T-X

Stando a quanto dichiarato da aviationweek.com nei giorni scorsi pare ci siano disaccordi tra Raytheon e Leonardo riguardo al programma T-X, le due società sono in collaborazione per partecipare al prestigioso programma tramite il quale la US Air Force (USAF) intende sostituire i vecchi velivoli da addestramento con altri più avanzati.

Copyright Raytheon

Nulla per ora è confermato o smentito da parte di Leonardo e Raytheon: i portavoce delle due società si sono limitati a dire che «i negoziati vanno avanti» per arrivare a mettere a punto tutti i dettagli.
Quale potrebbe essere il punto di rottura? Inizialmente Leonardo aveva stretto un accordo con General Dynamics che però, nel marzo del 2015 ha deciso di ritirarsi. Considerato che per partecipare a progetti destinati a fornire mezzi alle forze armate statunitensi è necessaria una partnership con una ditta americana, Leonardo ha iniziato la ricerca di un sostituto. Lo scorso febbraio, Raytheon e Leonardo hanno annunciato l’intenzione di partecipare insieme alla gara mantenendo la proposta del T-100, un velivolo che si basa sull’M-346. Si sono poi aggiunte anche Honeywell e CAE.

Copyright Raytheon

Qual’è il ruolo di ognuna delle quattro società? Raytheon è il principale contraente, Leonardo fornisce la struttura del velivolo, Honeywell si occupa dei due propulsori e CAE ha il compito di preparare le apparecchiature per la simulazione e l’addestramento a terra.
Nel caso in cui il T-100 dovesse vincere la gara e risultare la scelta della USAF, il velivolo verrà assemblato negli Stati Uniti, unico neo la scelta dello stabilimento per eseguire tale operazione, ad oggi non ancora definita.

Copyright Raytheon

Il punto di disaccordo tra Leonardo e Raytheon potrebbe anche essere legato ad alcune caratteristiche del progetto: Il motore sviluppato da Honeywell sembra infatti un passo indietro rispetto a quello degli altri concorrenti coinvolti nel progetto, vale a dire Lockheed Martin, Boeing e Northrop Grumman.
Per Leonardo la vincita di tale programma risulterebbe un tassello fondamentale per i piani di sviluppo futuri, contando che il T-X potrebbe essere il progetto lancio per rafforzare ed espandere la propria presenza negli Stati Uniti.

Autore: Matteo Sanzani

Nessun commento

Powered by Blogger.